Lavorazione delle pelli

Le pelli Studioart derivano da materie prime di alta qualità che sono conciate e lavorate attraverso una produzione interamente made in Italy nella conceria di proprietà. Questo approccio a 360 gradi è fondamentale per garantire alti standard qualitativi, tempi di esecuzione brevi e il migliore servizio al cliente. Diversamente da molti attori sul mercato, Studioart ha il controllo dell’intera filiera produttiva, dalla materia prima al prodotto finito. Ogni pelle è conservata, conciata e rifinita nelle nostre strutture.

Il processo di produzione della pelle è suddiviso in diverse fasi. Le pelli arrivano al nostro stabilimento salate per impedire la decomposizione. La pelle è conservata nel nostro magazzino, dove viene ispezionata dal nostro team. Il primo processo di lavorazione è la rimozione del sale: le pelli vengono caricate in bottali pieni d’acqua per rimuovere residui di sale e microrganismi. Questo processo, chiamato rinverdimento, pulisce la pelle e la prepara per lo step successivo, detto calcinaio, cioè la rimozione dei peli tramite un processo chimico. Attraverso la scarnatura il lato carne della pelle viene pulito dal grasso in eccesso, e con la spaccatura la pelle viene divisa meccanicamente in due parti: il fiore e la crosta. Il fiore, cioè la parte superiore della pelle spaccata, è la parte più pregiata, mentre la crosta, o suede, è la parte inferiore della pelle, che si presenta di dimensioni più piccole.

A questo punto le pelli sono pronte per la concia, che stabilizza la pelle attraverso un trattamento al solfato di cromo. Dopo aver subito questo processo le pelli si presentano bagnate e di colore blu, da cui il nome wet blue. Per rimuovere l’acqua in eccesso dalle pelli, queste vengono asciugate attraverso il processo di pressatura. Successivamente la rasatura permette di ottenere uno spessore uniforme su tutta la superficie della pelle. Ed è a questo punto che le pelli vengono ispezionate e smistate secondo gli standard qualitativi richiesti. Questa fase precedente la tintura e la finitura previene i problemi legati alla qualità delle pelli.

 
 
 

Le pelli vengono trattate in bottali dove vengono tinte e ri-conciate per ottenere il colore e l’aspetto desiderati. La pelle deve essere asciugata nuovamente tramite la depressione a vuoto oppure appesa a una catena per essere asciugata all’aria. A questo punto la pelle è pronta per la rifinizione, che serve a conferire alle pelli il colore, la finitura, la consistenza e l’aspetto desiderati. Successivamente la pelle viene ammorbidita tramite la palissonatura (battitura meccanica) e il follonaggio (scuotimento meccanico nei bottali).

Con la rifilatura le parti eccedenti vengono tagliate per dare alla pelle dei contorni più omogenei. A questo stadio viene eseguita un’ispezione di qualità su ogni pelle per assicurarci che ognuna raggiunga gli standard qualitativi richiesti. Ogni pelle è rifinita e misurata per poi essere arrotolata perché non si formino grinze. A ogni pelle è assegnato un codice a barre che raccoglie tutte le informazioni utili (incluse qualità e dimensioni) che vengono caricate in un database a disposizione del nostro Sales team.